Tatuaggi maori

Tatuaggi maori: ecco il vero significato

Oggi ci concentreremo nello scoprire il vero significato che hanno i tatuaggi maori. La storia dietro questi tatuaggi è davvero incredibile e si perde in moltissimi anni: di consueto i tatuaggi maori indicano il passaggio dalla pubertà all’età adulta e vengono disegnati in zone differenti del corpo umano. Sono diventati parecchio popolari in occidente perché il più delle volte si disegnava il viso dei nuovi membri adulti appartenenti alle tribù maori.

Il primissimo tatuaggio di solito veniva iniziato durante il rito di passaggio dalla pubertà all’età adulta ed era solamente il primo dei disegni che ogni uomo o donna maori si faceva disegnare sulla propria pelle, la maggior parte delle volte sul viso e, per il pubblico femminile, nel 99% dei casi sotto il mento.

Molte volte si opta anche per il disegnare le labbra, con un nero omogeneo, strano ma al tempo stesso bello da vedere. Ogni disegno viene di conseguenza aggiunto a quello già esistente per festeggiare nel miglior modo possibile un avvenimento importante nella vita della popolazione maori. Per questo motivo che da anni il tatuaggio maori è sempre ricercato e non è mai arrivato alla sua fine.

Detto questo, passiamo ora a scoprire il vero significato vero e proprio del tatuaggio maori. Questo fantastico disegno significa Ta Moko, quest’ultimo di tipo moko è il disegno che i maori si disegnano come una sorta di documento di riconoscimento (una carta d’identità). Il tatuaggio contiene i simboli ancestrali che indicano la storia personale di ogni uomo o della propria amata famiglia, i traguardi raggiunti fino a quel preciso momento nella vita e i successi ottenuti in battaglia.

Il tatuaggio maori significa anche Kirituhi, quest’ultimo è un disegno decorativo che non si affida minimamente alla simbologia dei disegni utilizzati nel Ta Moko, ma consente di esprimere in tutta libertà forme artistiche per decorare a proprio piacimento la pelle.

Tatuaggi maori e il significato moderno: i disegni che vengono fatti fuori dalla popolazione maori sono tutti quanti di tipo Kitituhi. Le linee vengono scelte prevalentemente per la loro bellezza e di solito si inizia dalla forma base chiamata con il seguente nome: albatros.

Differenti linee dell’albatros si possono combinare liberamente in modo da andare ad ottenere fantasie strane che richiamino oggetti, idee concrete o visi per chi sceglie di disegnarsele sulla propria pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *